Il film di Star Trek di Tarantino sarà vietato ai minori

Ammesso e non concesso che si faccia, la sceneggiatura scritta dal regista abbonda di violenza e linguaggio scurrile, e non potrebbe mai essere un "film per tutti".

0
1177
Star Trek

Quando era iniziata a circolare la voce, sembrava una di quelle notizie inventate solo per fare qualche click, tanto sembrava improbabile. Poi sono arrivate le conferme: Quentin Tarantino sta lavorando a un film di Star Trek. Ad essere più precisi, il regista statunitense ha scritto una sceneggiatura che la Paramount e J.J. Abrams stanno valutando.

Tarantino non esclude la possibilità di essere coinvolto anche come regista del film, ma di quello si discuterà se e quando il suo script diverrà il quarto capitolo del reboot nato nel 2009. Sicuramente poter vantare un regista così importante e rinomato darebbe lustro a Star Trek, ma anche solo una sua sceneggiatura sarebbe un richiamo non indifferente. Ma perché questa affascinante (e bizzarra) possibilità si concretizzi, i produttori dovranno accettare qualche compromesso.

Tarantino

In un’intervista a Empire, Tarantino ha parlato del progetto, confermando che sebbene debba rivederla, la sceneggiatura è pronta. Ovviamente, però, è la sceneggiatura che ci si può aspettare da un regista come Tarantino, e quindi se il film si farà sarà classificato R. Ovvero, nel sistema di rating statunitense, vietato ai minori non accompagnati. Troppa violenza e parolacce.

Si tratta di una valutazione che esclude una porzione importante di pubblico, e per questo i film ad alto budget che puntano a incassi importanti cercano in tutti i modi di evitarla, soprattutto quando si tratta di film indirizzati ai giovani. Uno Star Trek “R” sarebbe senza dubbio un azzardo. Abrams è pronto a correre il rischio, pur di avere Tarantino?

Fino a pochi anni fa sarebbe stata impensabile anche solo l’idea di un film del genere, ma nel 2016 la Marvel ha sfidato questa tradizione con Deadpool, primo cinecomic classificato R. L’anno successivo è toccato invece a Logan. Visto che entrambi i film sono stati un grande successo, di pubblico e di critica, ora le case di produzione sono più aperte alla possibilità di tentare questa strada. Strada comunque insidiosa. Ma le condizioni poste da Tarantino sono queste, prendere o lasciare.

Questa e altre notizie su CiakClub!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here