Il Trono di Spade: i 5 momenti più raccapriccianti e grotteschi della serie

Riviviamo Il Trono di Spade attraverso 5 (più bonus) momenti violenti fra torture, morti e stupri. Una parte fondamentale dello show.

0
5066
Il Trono di Spade

Ormai ci siamo. Il 14 aprile uscirà l’ultima stagione de Il Trono di Spade; l’epica battaglia per la conquista di Westeros sta per finire. Comunque vada l’epilogo, la serie di David Benioff e D.B. Weiss verrà ricordata come uno dei punti fermi della serialità moderna. Sarà un classico entro qualche anno; uno show capace di sfondare l’ormai sottile muro che divide televisione e cinema. Come mai è stato un successo tale, un telefilm che fra qualche giorno terrà incollati allo schermo milioni di spettatori in tutto il mondo?

Le risposte sono tante. Sicuramente, una cosa apprezzabile è la capacità di portare avanti decine di storyline parallelamente che solo a tratti si vanno a incrociare, per poi allontanarsi di nuovo; storyline i cui protagonisti si evolvono in modo graduale e credibile in relazione al contesto violento, fantastico e politico. Sicuramente psicologico. Poche serie televisive hanno mostrato una qualità di scrittura così costante, con questo stile, nel lungo periodo.

Un altro aspetto fondamentale, però, è legato alla violenza e alla sessualità. Il Trono di Spade è pieno di scene brutali e, a volte, surreali fino al punto di divenire grottesche e raccapriccianti. Scene istintuali, inaspettate e desiderate, proposte con continuità al fine di suscitare nello spettatore un senso di fastidio e fascino.

Ecco, alla luce di questo, la nostra redazione ha selezionato cinque scene (più tre bonus) in particolare da considerarsi grottesche, raccapriccianti e violente a vari livelli. Cinque immagini, fra morti e torture, che riassumono questo aspetto dello spirito dello show, prese da varie stagioni, per rivivere una parte della storia in attesa del grande finale.

 

Ramsay stupra Sansa (stagione 5, episodio 6)

Il Trono di Spade

Che Sansa Stark non sia una ragazza particolarmente fortunata, per buona parte de “Il Trono di Spade”, è risaputo: nella quinta stagione, tuttavia, subisce un’esperienza particolarmente ripugnante ed atroce, sicuramente una delle peggiori che possano capitare ad una donna: Ramsay Bolton, suo fresco sposo, reclama i propri diritti coniugali violentandola brutalmente.

Stannis condanna a morte la figlia (stagione 5, episodio 9)

Il Trono di Spade

La folle cattiveria di Stannis non ha eguali. Per ottenere il Trono, si fa convincere a uccidere la propria bambina, Shireen, da Melisandre. In nome della sua folle religione, l’esecuzione avviene in pubblico e la povera bambina viene bruciata viva. Le sue urla disperate sono strazianti. Shireen avrà pensato: “Ma davvero papà mi sta uccidendo?”. Terrificante.

Morte di Joffrey (stagione 4, episodio 2)

Il Trono di Spade

Diciamolo: Joffrey, già di per se, non è che sia una gran bellezza. Vederlo morire così, soffocato dal veleno e con il sangue e la saliva che sgorgano a fiotti, non è di certo piacevole alla vista. Il piano di Lady Olenna è inaspettato quanto geniale.

5. Le Nozze Rosse (stagione 3, episodio 9)

Il Trono di Spade

Forse uno degli eventi più famosi e chiacchierati della storia de Il Trono di Spade. Stiamo ovviamente parlando delle Nozze Rosse che chiude la penultima puntata della terza stagione. Ogni commento è superfluo, parlano abbastanza le migliaia di video-reaction che potete trovare su YouTube.

4. Ramsay priva Theon del suo “bene” più prezioso (stagione 3)

Il Trono di Spade

L’evirazione è solo l’ultima tappa a cui lo spavaldo Theon si è dovuto sottoporre per trasformarsi nel timido Reek. Ramsay ci dà, infatti, per tutta la terza stagione, un assaggio della sua caratteristica “vena giocosa”. E fra piedi trafitti e dita delle mani disossate, la parte in cui al giovane Greyjoy viene tolto il suo giocattolino preferito è forse quella più facile da digerire (scusate il gioco di parole!).

3. Theon fallisce nel decapitare Ser Rodrik (stagione 2, episodio 6)

Theon, da protetto di Winterfell vorrebbe diventarne il protettore. Ma la sua nuova veste di “Principe di Grande Inverno” non gli si addice di certo. Soprattutto quando decapita vergognosamente Ser Rodrik Cassel, con tre colpi e un calcio alla testa mozzata, compiendo una delle esecuzioni più lunghe e pesanti di tutta la serie.

2. Cersei e Jaime fanno sesso accanto al cadavere del figlio morto (stagione 4, episodio 3)

Il Trono di Spade

Joffrey, figlio bastardo nato da un incesto, è appena morto. I suoi genitori, come se non bastasse, fanno sesso accanto al suo cadavere. Non è neanche un rapporto consensuale. Insomma, una situazione quasi troppo grottesca e surreale anche per gli standard de Il Trono di Spade.

  1. La morte di Oberyn (stagione 4, episodio 9)

Il Trono di Spade

La Montagna spappola letteralmente il cranio di Oberyn Martell con i suoi pollici. Le speranze di Tyrion di essere salvato dalla condanna a morte vanno in fumo; così come la “spacconeria” della nostra vittima che aveva quasi vinto il duello.

Articolo a cura di Tiziano Angelo, Giacomo Lenzi, Andrea Barricelli e Alberto Candiani.

Nato a Roma. Giornalista sportivo e cinematografico. Studioso e appassionato della Settima Arte e della letteratura da sempre. È tutto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here