Muore a 90 anni la regista Agnès Varda, importante figura della Nouvelle Vague

Muore all'età di 90 anni Agnès Varda, regista, sceneggiatrice, fotografa e figura fondamentale della Nouvelle Vague francese.

0
345

Si è spenta oggi, all’età di 90 anni, la regista Agnès Varda. Fu una figura molto importante della corrente cinematografica francese della Nouvelle Vague e viene ricordata in particolare per due capisaldi della storia del cinema come La Pointe Courte e Cléo dalle 5 alle 7.

Agnès Varda nacque ad Ixelles (Belgio) nel 1928, da padre greco e madre francese. Crebbe però a Parigi, dove entrò in contatto con il mondo dell’arte diventando fotografa per il Théâtre national populaire.

Agnès Varda

Dopo essersi cambiata nome da Arlette ad Agnès e aver adottato la sua iconica capigliatura a caschetto, Agnès Varda si dà al cinema. Nel 1955, con pochi mezzi e un po’ per caso, dirige il suo primo film dalla “doppia narrazione”: La Pointe Courte con Philippe Noiret. Nel 1961 gira il suo film più acclamato (tanto che è inserito nei 100 migliori film non in lingua inglese della BBC), Cléo dalle 5 alle 7. Un lungometraggio, in tempo reale, su due ore della vita di Cléo, una cantante dal passato travagliato in attesa dei risultati del test per sapere se è positiva o meno al cancro.

Agnès Varda ha sempre frequentato i circoli della Nouvelle Vague, maturando rapporti spesso ambivalenti con i più rinomati François Truffaut e Jean-Luc Godard. E nonostante la regista sia stata fin da subito accomunata a questa corrente, nota per la sua libertà e freschezza formale e per la sua innovazione estetica lontana dai canoni classici, essa ha sempre sminuito. In un’intervista al The Hollywood Reporter, Varda disse che in realtà aveva visto veramente pochi film nella sua vita e che la spontaneità e la naturalezza del suo nuovo sguardo derivavano semplicemente dalla necessità di fare film “dal niente”.

Agnès Varda - Visages Villages

Nel 2017 Agnès Varda era stata insignita dell’Oscar alla Carriera. L’anno successivo fu anche in lizza per il premio al Miglior Documentario: il Visages Villages (Volti Villaggi) creato con il fotografo e artista JR. Il toccante documentario (che vi invitiamo a recuperare) è un viaggio per la Francia compiuto dai due artisti alla ricerca di vecchi amici e persone sconosciute. Il film diventa un modo per raccontare in modo puro e immediato il paese e chi ci vive, utilizzando ritratti fotografici/gigantografie di persone comuni, elevate nella loro semplicità. Come il solo sguardo di Agnès riesce a fare.

Per questa e altre news continuate a seguirci su CiakClub.it!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here