La prossima cerimonia degli Oscar non avrà un presentatore ufficiale

Dopo il caso di Kevin Hart l'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha deciso di rinunciare ad avere un host, cosa che non accadeva da 30 anni.

0
361

Continua l’epopea del presentatore dei prossimi Academy Awards. Come vi avevamo riportato, l’attore Kevin Hart era stato scelto per presentare la cerimonia che si terrà il prossimo 25 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles, per poi essere ripudiato in meno di 24 ore. La ragione: alcuni vecchi tweet omofobi per i quali Hart si è rifiutato di scusarsi perché lo aveva già fatto e non voleva ripetersi.

C’era poi stato un tentativo di riavvicinamento, con Hart che alla fine aveva fatto un passo indietro durante un intervista con Ellen DeGeneres. Ma era ormai troppo tardi, e l’attore è ormai definitivamente fuori dai giochi. A poco più di un mese dall’evento, dunque, l’Academy si ritrova a dover ancora trovare un presentatore. Che, a questo punto, potrebbe pure non esserci

Kevin Hart

Esatto, i 91esimi Premi Oscar non avranno un presentatore ufficiale. L’idea dell’Academy è piuttosto quella di trovare un gruppo di celebrità, ognuna delle quali presenterà solo un segmento della cerimonia, una soluzione ritenuta più facile, a questo punto. Non è un’operazione del tutto nuova, in realtà, ma è di certo da un bel po’ di tempo che non si vedeva.

Nel 1989, infatti, si susseguirono sul palco numerose star ad annunciare i tanti premi (tra cui James Stewart, Robert Downey Jr. e Carrie Fisher), senza però qualcuno che facesse gli onori di casa. In passato c’erano stati altri casi simili (non tantissimi, però, il precedente risale al 1971), ma la cerimonia del 1989 fu talmente criticata (a partire dal famigerato numero musicale di apertura di ben 12 minuti!), che da allora questa scelta non è mai stata ripetuta.

Oscar

Ora, l’Academy ritenterà questa strada, anche se non per vera e propria scelta, sperando di ottenere risultati migliori. Ci riuscirà? Di certo si tratta di un’edizione tumultuosa, in cui l’Academy sta collezionando diverse brutte figure. Clamoroso è anche il caso del Miglior film popolare, una nuova categoria annunciata l’8 agosto e poi frettolosamente cancellata in seguito alle innumerevoli critiche ricevute. Ora non può più sbagliare.

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here