La notte dei morti viventi di George Romero avrà un sequel diretto quarant’anni dopo

Living Dead Media ha annunciato di aver fatto partire la produzione di uno script degli anni '70 di Romero e Russo, sceneggiatori del film originale.

0
96

George Romero, uno dei più importanti autori horror del cinema mondiale (leggi il nostro speciale su di lui), è scomparso da poco più di un anno, ma il mese scorso era emersa la notizia che il regista aveva lasciato quasi cinquanta sceneggiature inutilizzate, e addirittura un film del 1973 mai distribuito. Ma per i fan di Romero le sorprese non sono finite.

La notte dei morti viventi, il film d’esordio di Romero che nel 1968 di fatto creò la figura dello zombie come lo intendiamo oggi, avrà un sequel ufficiale, scritto dagli sceneggiatori originali del film, John A. Russo e proprio George Romero. Living Dead Media ha infatti annunciato di aver cominciato la produzione di un film basato su una sceneggiatura scritta negli anni ’70 da Russo e Romero, e poi mai utilizzata.

George romero

De La notte dei morti viventi esistono ben cinque seguiti diretti da Romero, il primo dei quali è Zombi del 1978. Si tratta però di sequel “ideali”, cioè ambientati nello stesso universo narrativo ma ognuno incentrato su vicende slegate le une dalle altre. Questo nuovo film, invece, dovrebbe avere un legame più stretto con il primo capitolo della serie.

Sebbene non si conoscano ancora i dettagli del film, sembra che le riprese debbano iniziare a breve, visto che Living Dead Media progetta di distribuire La notte dei morti viventi 2 già nel 2019, probabilmente nel periodo di Halloween, cioè negli stessi giorni in cui il primo film arrivò nelle sale statunitensi.

La notte dei morti viventi

Oltre ai cinque sequel ufficiali, il film di Romero generò un numero enorme di seguiti non autorizzati (a partire dall’italianissimo Zombi 2 di Lucio Fulci), rifacimenti apocrifi, film ispirati (ma anche un remake ufficiale nel 1990). Infatti, per un errore tecnico del produttore, La notte dei morti viventi non è mai stato protetto dal diritto d’autore, il che significa che chiunque ha potuto metterci le mani per farne ciò che voleva (cosa che però ha aiutato il film a diffondere l’idea di zombie come non morto affamato di carne umana).

Sicuramente ci si poteva aspettare che dalle decine di sceneggiature lasciate da Romero qualcuno decidesse di fare qualche film, ma non immaginavamo che questo portasse proprio a un sequel diretto del primo zombie movie della storia. Che la sceneggiatura sia un originale di Romero ci può forse tranquillizzare un po’, ma certo l’idea che qualcuno metta mano al suo lavoro ci spaventa. Staremo a vedere…

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here