L’arrivo di James Gunn alla DC potrebbe significare l’addio di Jared Leto al suo Joker

Se davvero il regista de I guardiani della galassia prenderà il timone di Suicide Squad, Leto potrebbe decidere di andarsene. Tra i due infatti non corre buon sangue, come è emerso, ovviamente, da alcuni tweet. Nemmeno così vecchi, stavolta.

0
13969
James Gunn e Jared Leto

James Gunn è certamente il personaggio dello spettacolo più discusso dell’anno. Tutto è cominciato a luglio con il suo licenziamento da parte della Disney a causa di alcuni suoi vecchi tweet di dubbio gusto, scelta che aveva portato a critiche feroci nei confronti della casa di produzione e a una netta presa di posizione in sua difesa da parte del cast de I guardiani della galassia. In particolare Dave Bautista (Drax nel MCU) ha minacciato di lasciare il terzo film della serie qualora non venisse utilizzato lo script di Gunn.

Due giorni fa è poi arrivata una notizia clamorosa: la DC avrebbe ingaggiato il regista per scrivere, e forse addirittura dirigere, Suicide Squad 2. I fan DC hanno accolto la notizia con entusiasmo: Gunn è apprezzatissimo per il lavoro che ha fatto con I guardiani, eroi Marvel non particolarmente noti che lui ha reso un film di grande successo di pubblico e di critica. Sembrerebbe quindi la persona giusta risollevare il DC Extended Universe, che finora ha raccolto più critiche che apprezzamenti. Suicide Squad in particolare si era rivelato un vero disastro, e toccherà a James Gunn tentare di ottenere qualcosa di buono dal suo sequel.

Suicide Squad

C’è pero qualcos’altro da considerare. Se davvero James Gunn arriverà a dirigere questo film, Jared Leto potrebbe dire addio al DCEU. Nel primo Suicide Squad Leto aveva interpretato Joker: una piccola parte nell’economia del film, ma doveva essere il trampolino di lancio del personaggio dell’universo cinematografico DC. Lui come il film non era stato apprezzato granché, e finora c’era incertezza sul suo futuro. Le cose ora potrebbero arrivare a una svolta. È infatti emerso che tra l’attore e il regista non corre buon sangue.

Sono emersi alcuni tweet di Gunn (di nuovo!), in cui questi rivolge accuse molto pesanti a Leto. Nel 2012 aveva infatti scritto che stava «tornando da Las Vegas scambiandosi storie su quanto coglione sia Jared Leto». Nulla rispetto a quando, nel 2015, in una live su Periscope, lo accusò di pedofilia. Questi tweet sono stati cancellati, ma ne rimane uno molto più recente:

Questo tweet risale ad appena cinque mesi fa. L’attore Dylan Sprouse scherza sul fatto che Leto avrebbe avuto rapporti con tutte le modelle tra i 18 e i 25 anni, ma Gunn risponde: «Comincia a 18 anni su internet?», insinuando che Leto abbia regolarmente rapporti con minorenni.

Difficile, se non impossibile, pensare che i due possano lavorare assieme, e la scelta della DC  di puntare su James Guss potrebbe implicare la morte del Joker di Leto. Già il prossimo Joker cinematografico sarà quello di Joaquin Phoenix, e anche se si tratta di un film stand alone che non dovrebbe far parte della continuity del DCEU implica una presa di distanza dal personaggio di Suicide Squad.

Lo studios sta disperatamente cercando di ridare linfa vitale al suo universo cinematografico, nato male e proseguito peggio. Ha già deciso di cambiare il suo Batman e il suo Superman e, a questo punto, potrebbe toccare anche a Joker.

Questa e altre notizie su CiakClub.it!

Scrivo, giro cortometraggi, faccio teatro.
Nel tempo libero sopravvivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here