John Wick 3: il cast si allarga con Halle Berry e Angelica Houston

0
510
John Wick 3

Il terzo capitolo della saga action, John Wick 3, con Keanu Reeves acquisisce nuovi elementi: confermato il vociferato ingresso di Halle Berry e di Angelica Houston.

L’ingresso di Halle Barry nel cast di John Wick 3 si vociferava da tempo, finché l’Hollywood Reporter ha ufficializzato la notizia prendendo al balzo un Tweet dell’attrice:

“Ci vediamo tra un anno Mr. Wick”

La Lionsgate invece, annuncia un altro ingresso stellare che rende il cast di questo terzo capitolo, davvero interessante. Si tratta di Angelica Houston il cui personaggio è indicato con il nome di “The Director”. 

Accanto al protagonista, Keanu Reeves, sono confermati i compagni dei primi due episodi:  Ian McShane (Winston), Laurence Fishbourne (King), Lance Reddick (Charon) e Ruby Rose (Ares).

Tra le new entry si annoverano anche Asia Kate Dillon che interpreterà The Adjudicator, il giudice della High Table, la compagnia che gestisce la criminalità organizzata.

Mark Dacascos darà il volto a Zero, un efferato assassino e, Jason Mantzoukas il cui personaggio è indicato come The tick-tock man.

Nel terzo film di John Wick anche Yayan Ruhian Cecep Harif Rahman, due assassini in combutta per l’omicidio del protagonista della saga e Tiger Hu Cen, star internazionale nel campo delle arti marziali.

Hiroyuki Sanada sarà, infine, l’acerrimo nemico di Keanu Reeves.

John Wick 3 sarà un’altra volta diretto da Chad Stahelski, il noto regista del cinecomic V per Vendetta e uscirà nelle sale a Marzo 2019.

John Wick 3

La trama:

Il protagonista se la passa piuttosto male, perché ha sulla testa una taglia di 14 milioni di dollari e quindi sulle sue tracce ci sono criminali di ogni foggia. In più ha infranto la regola che vieta di uccidere qualcuno all’interno dell’Hotel Continental assassinando un membro della High Table. Per fortuna non è stato ancora giustiziato, perché Winston, il manager del Continental, gli ha concesso un’ora di grazia prima di essere excommunicado (espulso dall’organizzazione), ma il nostro deve lottare per sopravvivere e soprattutto fuggire da New York.

 

Critico d’arte contemporanea, esperto di body-art, arti performative e costume-play; appassionato di letteratura e cinema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here