Matt Damon e Ben Affleck adotteranno l’Inclusion Rider nella loro produzione

I due attori, che condividono le produzione Pearl Street Films, hanno annunciato che adotteranno la clausola sponsorizzata da Frances McDormand, da ora in avanti.

0
777

Inclusion Rider. Vi dice niente?

“Ho solo due parole con cui lasciarvi, stasera: Inclusion Rider” – ha dichiarato lo scorso 4 marzo sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles, Frances McDormand, nel discorso tenuto dopo aver ricevuto l’Oscar alla migliore attrice protagonista.

Ma che cos’è l’Inclusion Rider?

Si tratta di una clausola che è possibile aggiungere nel proprio contratto con la produzione di un film. E che predispone la presenza nel cast di almeno un 50% di etnie diverse, il che garantirebbe dunque la presenza in ogni troupe di minoranze e categorie sottorappresentate (ad esempio le donne, o i neri). Lo ha spiegato la stessa attrice di Chicago nella sala stampa della cerimonia.

È indubbio che ad Hollywood, soprattutto ultimamente, stia prendendo piede questo discorso di protezione delle minoranze: ne è un esempio il cinecomic Black Panther di Ryan Coogler, uscito di recente, con protagonista proprio un supereroe di colore, che ha avuto un incredibile successo in tutto il mondo.

Michael B. Jordan, che recita nel film, ha annunciato pochi giorni fa che avrebbe adottato l’Inclusion rider nei futuri progetti della sua Outlier Society Productions.

E lo stesso hanno fatto Matt Damon e Ben Affleck con la propria Pearl Street Films, stando a un tweet di risposta allo stesso Jordan da parte dell’attrice e produttrice Cox DiGiovanni: “Grazie per aver sempre sostenuto un’ampia rappresentanza nel settore. Per conto di Pearl Street Films, Matt Damon, Ben Affleck, Jennifer Todd, Drew Vinton e mio, adotteremo l’inclusion rider in tutti i nostri futuri progetti.”

La speranza è che molti seguano il loro esempio. E proprio in virtù di questa speranza vanno lette le dichiarazioni di Kalpana Kotagal, uno degli avvocati che hanno redatto l’Inclusion Rider, e Stacy Smith della Annenberg Inclusion Initiative, secondo cui sarebbe auspicabile una vera e propria reazione a valanga: “È bello vedere Matt Damon, Ben Affleck e il team di Pearl Street Films usare la loro influenza per creare delle opportunità per le persone provenienti da gruppi sottorappresentati. L’Inclusion Rider è uno strumento importante per sia per Hollywood che per le altre industrie, che ci permette di creare luoghi di lavoro che riflettono veramente il nostro mondo eterogeneo.”

Per questa e altre news segui la sezione Notizie di CiakClub.it

Sceneggiatore, nel tempo libero scrivo racconti. Credo che ogni persona abbia un universo dentro e che vada raccontato. Credo nell’empatia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here